Fargo

fargo

Via Girolamo Rossi, 17 - Ravenna

Guida Gambero Rosso – Bar d’Italia 2011
“A lot can appen in the middle of nowhere” ovvero molte cose possono capitare nel bel mezzo del nulla. E’ la tag line del film Fargo dei fratelli Coen, il film che ha ispirato il nome di questo piccolo bar ed è forse il pensiero che ha guidato Christopher Angiolini e Andrea Ferrari nel progetto: anche nella città più chiusa della Romagna, il nowhere, si può far succedere qualcosa. Fargo è un locale molto particolare, pieno di giornali, di libri, di citazioni musicali e di gente che cercava una tana in questa città di provincia prima ancora che un bar. Qui c’è un certo giro, qualche attore, qualche artista, tanti clienti semplici che hanno scelto Fargo e che ne hanno sposato lo spirito. Anche al mare vanno targati Fargo, nel locale gemello, HanaBi a Merina di Ravenna, la spiaggia dove la pineta ti lascia solo con il mare. Si parte con la colazione, un ottimo caffè e il cappuccino, paste artigianali e qualche salato. Durante il giorno si può fare uno spuntino o pranzare con prodotti scelti sempre tra le produzioni artigianali locali di formaggi e salumi (se si può biologici) e alcuni piatti caldi (zuppe, cous cous) accompagnati da birre artigianali e sangiovesi delle collinbe romagnole. Il locale sembra quasi un posto del Nord Europa, e la sera, aperitivo compreso, diventa un punto di ritrovo, bella musica di sottofondo, qualche rum agricolo, qualche whisky e i “soliti” vini.

Guida Gambero Rosso – Foodies 2011
Caffè & bar. I fratelli Coen sarebbero sicuramente felici di sapere che c’è un locale dedicato alla loro pellicola del 1996, ma non meno soddisfatti rimarranno i clienti “comuni mortali” che decideranno di passar di qui. Giornali, libri e citazioni musicali dappertutto rendono piacevole la colazione a base di ottimi caffè e cappuccini da accompagnare con le paste artigianali. Durante il giorno si possono fare spuntini veloci o pranzare con prodotti scelti sempre tra le produzioni artigianali locali di formaggi e salumi e alcuni piatti caldi come zuppe e cous cous, accompagnati da birre artigianali e rossi romagnoli. La sera, già dall’aperitivo, diventa un punto di ritrovo per giovani e curiosi, con bella musica di sottofondo, qualche rum agricolo, whisky e bottiglie locali.