BEERWEEK

I dettagli della Fargo Craft Beer Week

In occasione della settimana italiana della birra artigianale, il Fargo non poteva certo lasciarti solo!
Degustazioni, Beerschool ed eventi speciali dal 6 al 12 marzo: birre artigianali dalla Romagna e da tutto il mondo con la musica che ci piace!

Ogni sera potete anche accoppiare alle birre uno dei nostri Burger Gourmet!

Lunedì 6 marzo – Beerschool di Davide dal BrewDog Bar Bologna

Una chiacchierata in compagnia che alla degustazione delle birre accompagna una serie di nozioni e fatti interessanti sul mondo dei luppoli: per chiunque abbia voglia di approfondire sorseggiando! E per la speciale occasione, apriremo al Fargo un Cask!
La birra all’interno di un Cask va spillata con un metodo a pompa che non prevede l’aggiunta di gas come azoto o anidride carbonica, al fine di non interferire con la ricchezza aromatica tipica delle Ale inglese. Si tratta di prodotti naturali, vivi, con un tempo di conservazione limitato e che richiedono particolare cura e attenzioni per la loro corretta conservazione e valorizzazione.

Birrificio Black Sheep

Paul Theakston, fondatore di Black Sheep, si può dire che è nato con la birra nelle vene. È figlio infatti di una lunga tradizione birraria di famiglia, la T&R Theakston, nella quale ha sviluppato la sua passione per questo mondo. Alla fine degli anni ’80 decide tuttavia di abbandonare l’azienda, di cui non condivide più i principi, e da vera pecora nera crea Black Sheep nel 1992. Il birrificio nasce grazie al recupero di attrezzature di vecchi birrifici, la location rimane il villaggio di Masham nello Yorkshire, mentre il nome un po’ ironico e provocatorio è un’idea della moglie di Paul, Sue. Ogni aspetto è servito ha ricreare il vecchio spirito che la famiglia Theakston aveva portato avanti per anni in quell’area, con l’obiettivo di creare birre dal sapore autentico, forti e orgogliose di essere parte di una grande eredità birraria. Incontrerete una linearità e finezza tradizionale nella produzione Black Sheep che si poggia su un’identità ben definita.

Birra Golden Sheep

Prodotta per la prima volta nel 2005, Golden Sheep è oggi una delle birre in bottiglia più vendute nel Regno Unito.

Caratterizzata da un corpo leggero e una bevuta fresca a livello sensoriale emergono note agrumate e floreali.

La chiusura è secca e invoglia a una nuova sorsata.

 

 

Martedì 7 marzo – degustazione birra Stone Brewing Berlin

Stone Brewing nasce nel 1996 a San Marcos, contea di San Diego, California del sud, dall’incontro tra l’homebrewer Steve Wagner ed il fervente beerlover, Greg Koch, durante un seminario sull’analisi sensoriale della birra. Grazie alla comune passione, alle competenze brassicole di Steve ed alla spinta imprenditoriale di Greg, i due beergeeks avviano un birrificio con l’intento di creare prodotti di grande carattere, lontani dal concetto comune di birra e che diano al luppolo un ruolo di primissimo piano. Greg e Steve sono consapevoli che i loro prodotti non incontreranno il gusto della maggior parte dei consumatori, ed infatti all’inizio sono ben pochi! Senza mai perdersi d’animo e dando vita anno dopo anno a birre incredibili come la loro mitologica IPA o la sfrontatissima Arrogant Bastard, Stone conquista un folto stuolo di estimatori e nel corso della sua storia viene insignito per ben 2 volte dell’ambitissimo titolo di “All-time Top Brewery on Planet Earth” dall’accreditata rivista BeerAdvocate!
Per la gioia di noi tutti, da maggio 2016, questi fantastici prodotti sono disponibili anche in Italia. Per Stone, produrre in Europa era l’unico modo per garantire la freschezza dei propri prodotti (l’esportazione vs il vecchio continente era vietata da Greg per preservare la qualità dei prodotti!) ed avviare un sito produttivo in Germania, a Berlino, era una sfida imperdibile! Applicando la stessa attenzione maniacale per la qualità e la freschezza e la stessa responsabilità ambientale che contraddistinguono il birrificio negli Usa, oggi a Berlino si producono le prime 4 referenze in lattina e fusto, a cui si aggiungeranno tante novità interessanti già dai primi mesi del 2017! Stay tuned!

Cali Belgique

Base Stone Ipa per Cali Belgique, anche definita la sua gemella belga. All’accattivante luppolatura è stato aggiunto un ceppo di lieviti belgi che conferiscono note speziate e lievemente bananose al tutto. Versione interessante di un’Ipa del tutto americana, con decisa aromaticità e struttura, a cui si affianca da un tocco aromatico di stampo europeo.

Stone IPA

Stone Ipa incarna tutti i crismi delle Ipa americane; potenza aromatica dei luppoli e struttura imponente. Il risultato mostra un profilo aromatico ampio, giocato su note argrumate e resinose, che lascia spazio anche alla piacevole componente maltata in sottofondo.

Mercoledì 8 marzo – degustazione delle birre Mazapégul – Birrificio di Romagna
Anno di grazia 2012, tre impavidi cavalieri partono per un lungo viaggio, alla conquista di una terra aspra e dolorosa, la famosa Burocrazia Italiana.
Tra battaglie di Luce e Gas con piccoli guerrieri denominati Enti Pubblici, agguati di Reflui nelle fognature e attacchi animaleschi di feroci Tassi d’interesse, raggiungono con fatica le incantate Isole delle Dogane, dove ad attenderli c’è lei, la regina di tutti i mali, la Maga Accisa, che con i suoi poteri fa sparire le tue monete e non ti spiega il perché.
Lo scontro è inevitabile, i danni ingenti, ma i cavalieri della Tavola Apparecchiata ne escono vincitori. A quel punto l’approdo sulla terra promessa è una passeggiata e il Mazapégul può finalmente vedere la luce.

Manca solo un piccolo dettaglio, il mastro birraio… Si sparge la voce che proprio a Civitella di Romagna viva, da sempre, Sir Simone Rimini, le cui competenze, acquisite in un periodo di studio e malefatte oltreoceano, ne fanno uno dei massimi teorici della bevanda luppolata. Si scoprirà successivamente che tra la teoria e la pratica ci sono sacchi da 25 kg di malto da gestire…

Per ragioni mai del tutto chiarite, i tre eroi, ne intuiscono le qualità e gli affidano le chiavi della baracca. Da quell’istante è il delirio.
Oggi il popolo ha abbandonato vino, acqua, spuma e cedrata, e si abbevera solo alla fonte del Mazapégul.

Millemosche

Birra chiara, dissetante e beverina, dal corpo leggero e pulito, capace
di sostenere il grado alcolico decisamente contenuto. Caratterizzata
da un inconfondibile aroma fruttato e luppolo fresco, al palato è
penetrante con note di agrumi. Il finale è piacevolmente amaro e tagliente.

Balè Burdeli

Ispirata alle Ales Americane, nel bicchiere si presenta dorata con riflessi ambrati. In bocca è morbida e ben equilibrata, con una schiuma fine, cremosa e persistente.

Caratterizzata da una luppolatura importante che conferisce un bouquet erbaceo e di frutta esotica, con un retrogusto piacevolmente amaro. Corpo bilanciato e consistente.

 

Curva mare

Birra chiara, intensa e rinfrescante.

Sprigiona decisi profumi floreali e
tropicali, in bocca i luppoli americani regalano note fruttate e agrumate, con un amaro piacevole e ben bilanciato che invita a bere ancora, e ancora

 

 

Giovedì 9 marzo – degustazione delle birre BiFOR – Birra Forlì

BiFOR è Passione, Entusiasmo, Energia, Gioia: la scelta è stata quella di valorizzare il territorio e di creare un prodotto che li rispecchiasse mantenendo vivo il legame con la nostra terra. “BiFOR” è una sigla che sta per “Birra Forlì”, ma non solo!
Abbiamo voluto giocare con la somiglianza al termine inglese “Before”, per dare valore ed importanza alle coincidenze, agli eventi, al destino che hanno portato alla nascita di questo progetto.

Venerdì 10 marzo – degustazione birre Rogue Ales & Spirits e PLB – Project Local Brewery

Rogue, nato nel 1988, è un birrificio che ha dato il via ad una piccola rivoluzione negli Stati Uniti attraverso le birre artigianali. Sin dall’inizio il suo desiderio è stato quello di creare birre con una forte identità che dessero nuova luce al mondo brassicolo in termini produttivi e di immagine senza mai rinunciare alla qualità del prodotto. Da tutto ciò sono poi nati una serie di progetti come i pub, le Rogue Farms (aziende agricole produttrici di materie prime brassicole) e Rogue Nation (Stato indipendente senza confini geografici che rivendica libertà di espressione, qualità, divertimento e varietà nelle birre “tasty”) che hanno contribuito a diffondere la “mentalità Rogue” a macchia d’olio. Un’ondata rivoluzionaria quindi che da un po’ di tempo è giunta fino alle nostre latitudini…

4 Hop IPA

Parte della serie di Ipa luppolate di Rogue, nata per mettere in risalto le qualità dei luppoli coltivati nelle Rogue Farms. 4 Hop è la Session del gruppo e unisce piacevolezza di bevuta a note di frutta tropicale e tonalità resinose. La componenti aromatiche poggiano su una buona base maltata giocata su elementi caramello.

Beard Beer

Se in ogni birra vi è traccia di chi la produce, allora questo non può essere più vero in Beard Beer, per la quale vengono utilizzati i lieviti provenienti dalla barba del birraio John Maier. Pale Ale dal colore dorato intenso, a livello olfattivo emergono sentori di mandarino e frutta gialla. Al palato il profilo è fruttato e il corpo è leggero con una buona secchezza in chiusura. Birra ben bilanciata con struttura e sapori che la rendono estremamente piacevole.